ga('require', 'GTM-TLF7PPC');

L’inseminazione artificiale è un trattamento semplice nel qualle il liquido seminale, opportunamente trattato in laboratorio, viene depositato nella cavità uterina. Lo scopo della IAD è d’incrementare la densità di gameti nel sito dove avviene in vivo la fecondazione. L’ ovulazione è programmata in maniera da farla coincidere col liquido seminale capacitato. Nella donna non ci deve essere nessuna barriera tra le ovaia e l’utero, perciò, ci deve essere almeno una tuba aperta.


Nell’ Instituto de Fertilidad Clínica Rincón vengono scelti  donatori con un eccelente liquido seminale per garantire così una buona probabilità di successo. Tutti i donatori devono superare esami genetici e sanguinei per scartare diverse patologie. Il liquido seminale da donatore è congelato e soltanto si usano quelli campioni che avviano superato prove di scongelamento e che siano di buena qualità per procedere all’inseminazione. La scelta del donatore viene fatta a seconda delle caracteristiche fisiche della coppia e de i suoi gruppi sanguinei.

 

Procedura


1. Stimolazione ovarica: Viene fatta una lieve stimolazione che ci permette controllare la crescita di al meno uno o due follicoli, con questa stimolazione controllata possiamo aumentare lo sviluppo follicolare e così la probabilità di gravidanza. In alcuni casi si può fare su ciclo naturale.
2. Capacitación espermática: Il liquido seminale del donatore viene scongelato e i migliori spermatozoi sono ricuperati dopo una capacitazione.

3. Inseminación en consulta: La parte del liquido seminale ricuperata viene carrigata in un catetere speciale che lo porta dentro del utero. La procedura no è dolorosa e non è necessario l’intervento chirurgico.

Indicazioni alla IAD


·    L’inseminazione con seme di donatore è indicata per quelle coppie dove l’uomo ha qualche tipo d’alterazione severa dello sperma come la azoospermia ( assenza di spermatozoi nello sperma eiaculato).


·    Quando l’uomo ha una alterazione genetica hereditaria e non si può fare un ciclo di fecondazione assistita con posteriore diagnosi genetica preimplantazionale (PGD).


·    Uomini con malattie di trasmisione verticale che non possono essere eliminate con un trattamento speziale del liquido seminale.


·    Donne single o coppie di donne homosessuali.

 

Tassi di successo